cuccioli-che-mangiano

L’ alimentazione dei cuccioli, nello svezzamento

Lo svezzamento del cucciolo è quel processo che si caratterizza per una graduale riduzione della sua dipendenza dal latte e dalle cure materne e con l'assunzione di altri alimenti liquidi e solidi.
Il padrone del cane dovrebbe favorire questo processo naturale.
Quando e come dovrebbe iniziare

Quando e come dovrebbe iniziare lo svezzamento del cucciolo

Lo svezzamento dei cuccioli di cani dovrebbe di norma iniziare tra le tre e le quattro settimane di età, per poi terminare verso le sette otto settimane.

Anche se a volte non è possibile seguire questa tempistica soprattutto nei casi in cui manchi la madre, lo svezzamento dovrebbe avvenire nell’arco di alcune settimane, gradualmente senza forzature.

I cuccioli hanno infatti bisogno di tempo per imparare come comportarsi, imparando sia dalla madre sia dai compagni di cucciolata. Devono imparare a,

  • inibire le proprie abitudini di mordere,
  • interpretare i segni di dominanza,
  • sottomettersi a cani più dominanti.

La madre deve poter esaurire la sua scorta di latte quanto più gradualmente e naturalmente possibile.

Poiché lo svezzamento può essere un momento stressante per cuccioli come per le loro mamme, noi allevatori o proprietari dei cani dobbiamo avere la pazienza e la determinazione che sono necessarie per supportare e per accompagnare questa fase.

Svezzare una cucciolata

Come procedere con lo svezzamento di una cucciolata

Per facilitare lo svezzamento, nel momento in cui i cuccioli incominciano a il mostrare loro interesse verso il cibo della madre noi possiamo iniziare a separare la madre dalla sua cucciolata per alcune ore della giornata.

Queste separazioni ridurranno la dipendenza dei cuccioli dal latte materno ed anche dalla dipendenza dalla madre stessa.

In questo contesto si può iniziare a mettere in una ciotola alcuni alimenti appositi per i cuccioli, per poi aumentare gradualmente sia la quantità di questi alimenti che e la frequenza e la durata delle separazioni.

Man mano che i cuccioli diventano indipendenti e diventano più sicuri di sé, potranno trascorrere lontano dalla madre sempre più tempo fino a quando saranno completamente svezzati.

L’alimentazione dei cuccioli

Come alimentare i cuccioli durante lo svezzamento

Durante lo svezzamento dovremmo alimentare i cagnolini con quei cibi per cuccioli che poi mangeranno nei mesi successivi;

  • magari inumidendoli con acqua tiepida o con del latte per cani in modo da creare una pappa brodosa che possa attrarre i loro palati sensibili;
  • incoraggiando e stimolando i cuccioli a mangiarli facendoli leccare un po di cibo dalle nostre dita.

La maggior parte dei cuccioli imparerà rapidamente a nutrirsi mangiando dalla ciotola, ma se così non dovesse essere dobbiamo fare attenzione che si nutrano a sufficienza comunque.

In ogni caso, dobbiamo sempre lasciare a loro disposizione dell’acqua fresca.

La madre durante lo svezzamento

La madre durante lo svezzamento dei cuccioli

Durante il periodo dello svezzamento le ghiandole mammarie della madre non devono gonfiarsi o diventare dolorose.

Il fatto di seguire un programma di svezzamento come quello descritto sopra, magari anche concordato con il veterinario, è necessario,

  • sia per essere sicuri che i cuccioli ricevano un’alimentazione adeguata,
  • sia per assicurarsi che la madre si regoli correttamente quando non allatta più la sua cucciolata.
Occorre pazienza

Occorre aver pazienza

Se i cuccioli non dovessero iniziare il processo di svezzamento spontaneamente e nei tempi previsti, la transizione verso il “normale” cibo potrebbe essere più stressante e frustrante. Come padroni – o come allevatori – quello che dobbiamo fare è di portare pazienza e di assecondare il processo senza forzarlo.

Nel caso di dubbi, è opportuno rivolgersi al veterinario mi modo da essere sicuri che i cuccioli stiano progredendo normalmente.