beagle

Beagle

Il Beagle è un cane da caccia di origine inglese che si è ritagliato anche la fama di essere un amichevole cane da compagnia, curioso ed allegro.
Introduzione

Introduzione

Il Beagle è un cane da caccia di taglia media originario dell’Inghilterra.

In Italia è conosciuto anche col nome di Bracchetto. Per distinguerlo dai Beagle-Harrier, che sono dei cani di origine francese ugualmente di taglia media ed ugualmente da caccia, alcuni lo chiamano Beagle inglese.

I cani di questa razza sono famosi nel mondo grazie a Snoopy, il cagnolino protagonista del fumetto Peanuts, che appunto era un Beagle.

I Beagle, sono stati per molto tempo i cani da caccia più popolari nel nostro paese. La loro fama è legata anche al loro adorabile viso con grandi occhi, marroni o nocciola, messi in risalto da lunghe orecchie castane poste basse su una testa ampia: caratteristiche queste ritenute irresistibili da molti amanti dei cani.

Gli appassionati di questa razza li descrivono come cani allegri, amorevoli ed amabili, felici e socievoli: tutte qualità che li rendono degli ottimi “cani da famiglia”.

  • Sono poi curiosi, intelligenti ed energici, tanto che necessitano di avere molto tempo a disposizione per giocare.
  • Adorano ululare al mattino.
  • Trattano (pressoché) tutti – umani e cani – come fossero i loro migliori amici.

I Beagle dispongono di circa 220 milioni di recettori olfattivi, ed arrivano a percepire così bene gli odori, che l’umorista Dave Barry li ha definiti “un naso coi piedi”.

In virtù di queste loro capacità olfattive li si possono vedere “prestar servizio” negli aeroporti ed in molti altri luoghi “strategicamente” importanti.  Sono anche particolarmente portati a dare la caccia ai piccoli roditori.

La personalità

La personalità di questa razza canina

I Beagle sono cani attivi ed energici che necessitano di fare almeno un’ora di attività fisica al giorno. Ciò non vuol dire che li si possono lasciare nel cortile, e basta. Infatti sono nati per lavorare nel branco, e quindi sono felici quando si trovano in compagnia.

Un Beagle lasciato solo per lunghi periodi dentro o fuori casa, tenderà ad essere distruttivo, il che non accade invece quando ha un compagno (umano o canino) con cui giocare.

Dato che i cani di questa razza sono dei veri e propri “artisti della fuga”, per evitare fuggano scavando dei tunnel, l’area esterna in cui vengono lasciati liberi deve avere una recinzione alta almeno un metro e mezzo, con un’estensione anche sotto terra.

Appartenendo ad una razza di segugi con un fortissimo istinto a cacciare, a passeggio devono essere sempre tenuti al guinzaglio perché se dovessero seguire un qualche profumo che attiri la loro attenzione non resisteranno alla tentazione di scappare. 

Per i bambini i Beagle costituiscono un’ottima compagnia: amano giocare e trascorrere il loro tempo con loro.

Si adattano bene alla vita in appartamento ma, come abbiamo detto, non amano stare da soli a lungo. Se restano da soli per molto tempo nel cortile, è possibile che inizino ad abbaiare, a scavare buche, oppure che tentino di scappare.

Gli standard di questa razza

Gli standard di questa razza

Per chi fosse interessato ad approfondire gli standard della razza dei Beagle (Bracchetto, Beagle inglese), segnaliamo,

Lo standard della FCI (Fédération cynologique internationale):

Gli standard di alcune altre associazioni cinofile che non aderiscono alla FCI:

Galleria fotografica

Galleria fotografica di cani Beagle

N02088364_16207
N02088364_16207

N02088364_4473
N02088364_4473

N02088364_4052
N02088364_4052

N02088364_639
N02088364_639

N02088364_16689
N02088364_16689

N02088364_7784
N02088364_7784

N02088364_16519
N02088364_16519

N02088364_876
N02088364_876

N02088364_10798
N02088364_10798

N02088364_14779
N02088364_14779

N02088364_15315
N02088364_15315

N02088364_17935
N02088364_17935

Salute e malattie

Salute e malattie di questa razza canina

Per mantenere il loro giusto peso e stare anche in salute, i cani di questa razza dovrebbero muoversi ed uscire regolarmente.

I problemi di salute dei Beagle più comuni sono l’obesità, l’epilessia, le allergie. Ecco le altre possibili malattie che possono interessare questa razza canina:

  • cataratta;
  • abiotrofia corticale cerebellare o atassia cerebellare (una patologia neurodegenerativa);
  • malformazione o instabilità vertebrale cervicale (patologia riguardante le faccette articolari);
  • distrofia corneale (disturbo di natura non infiammatoria della cornea);
  • astenia cutanea (fragilità cutanea);
  • sordità;
  • demodicosi (comunemente nota come rogna rossa);
  • disturbi dello sviluppo sessuale;
  • glaucoma (una malattia del nervo ottico);
  • leucodistrofia globulare (produzione alterata di un enzima);
  • epilessia idiopatica(una malattia del sistema nervoso centrale);
  • malattia del disco intervertebrale (patologia della colonna vertebrale);
  • microftalmia (malformazione che interessa l’occhio);
  • displasia della valvola mitrale (malattia degenerativa della valvola mitralica);
  • atrofia progressiva della retina (patologia degenerativa che causa perdita della vista);
  • stenosi polmonare (restringimento di un tratto del polmone);
  • displasia retinica (condizione dell’occhio che provoca macchie rotonde);
  • deficit di immunoglobulina A (una forma di immunodeficienza primitiva);
  • sindrome di shaker (patologia infiammatoria del cervelletto del cane);
  • eversione della membrana nittitante (rotazione del margine della terza palpebra).

Piuttosto che stare al freddo, i Beagle preferiscono stare al caldo.

L’alimentazione

L’alimentazione del cane Beagle

Quale che sia la dieta del Beagle, questa dovrebbe essere sempre appropriata alla sua età.

Per i cuccioli, vengono consigliati: la carne fresca del petto di pollo, di agnello, di tacchino e l’hamburger magro. Vanno bene anche le verdure crude o cotte al vapore: meglio le carotine crude, i broccoli, i cavolfiori, i piselli dolci.  

Per crescere in salute i cuccioli del Beagle necessitano di molti nutrienti, andrebbero perciò alimentati con 3 / 4 piccoli pasti al giorno.

Il cane Beagle adulto dovrebbe essere nutrito con gli stessi cibi. Gli è però sufficiente un pasto completo, possibilmente a mezzogiorno. Oltre al cibo che consuma abitualmente, di tanto in tanto gli si possono dare alcuni frutti come i mirtilli, i lamponi, le banane, il mango.

La quantità esatta di cibo di cui ogni singolo cane effettivamente necessita, è ovviamente legata alle calorie degli alimenti che assume ad alla sua attività fisica. Comunque un Beagle non dovrebbe mai arrivare ad essere in sovrappeso.

Prezzi

Prezzi di un cucciolo di cane Beagle

Il prezzo acquisto di un cucciolo Beagle di razza (con pedigree) si attesta attorno agli 800, 1.000 euro.

Se sei interessato ad avere un cucciolo sano, non acquistarlo da un allevamento qualunque. Rivolgiti ad uno che sia attento nella scelta dei riproduttori: che valuti la loro storia clinica le loro caratteristiche fenotipiche, in modo da accertarsi che siano privi di malattie genetiche.

Cura del cane

La cura del cane: toelettatura e igiene

Anche i Beagle dovrebbero fare ogni giorno una qualche attività fisica in modo da mantenere il loro giusto peso e per restare anche in buone condizioni fisiche.

toelettatura

Il pelo del Beagle è un pelo corto, denso e impermeabile per cui si tratta di cani facili da spazzolare. I Beagle dovrebbero essere lavati periodicamente con uno shampoo delicato.

orecchie

Le orecchie del Beagle andrebbero controllate di tanto in tanto per vedere se all’interno ci sono segni di infezioni: ad esempio della cera scolorita, sporco o cattivo odore.

unghie

Anche le loro unghie dovrebbero essere tagliate regolarmente.

L’addestramento

L’addestramento

I Beagle non sono animali facili da addestrare: anche se sono cani intelligenti, sono portati ad inseguire delle prede e quindi sono anche cani risoluti e determinati, caratteristiche queste che possono rendere difficoltoso il loro addestramento.

Molti sostengono che per addestrare un Beagle occorra circa un anno: molto però dipende dalla personalità e dal temperamento di ogni singolo animale.

La storia di questa razza

La storia di questa razza

Il nome – Beagle – potrebbe derivare dall’inglese antico beagle, o dal francese antico beigle, o addirittura dal celtico beag: comunque sempre da termini che significano piccolo.

Questa razza si è sviluppata nel diciannovesimo secolo in Gran Bretagna a partire da diverse razze, tra cui il Talbot Hound, il North Country Beagle, il Southern Hound e forse l’Harrier.

La razza in sintesi

  • Origine: Regno Unito (Inghilterra)
  • Temperamento: amichevole, vivace, dolce,
  • Caratteristiche: Molto attivo. Un cane da caccia veloce, energico che ha bisogno di molto esercizio fisico.
  • Rapporto con i bambini: sì
  • Rapporto con altri cani: sì
  • Muta: stagionale
  • Toelettatura: settimanale
  • Altezza minima: 33 - 38 cm
  • Taglia: piccola
  • Peso: 9.1 - 13.6 Kg
  • Aspettativa di vita: 1 - 15 anni
  • Tendenza ad abbaiare: spesso
  • Addestrabilità: indipendente
  • Altri nomi con cui è conosciuto: Bracchetto, Beagle inglese
  • Codice FCI: 161
  • Gruppo FCI: GRUPPO 6 - segugi e cani per pista di sangue