Cane diabetico: alcuni consigli

Cane diabetico: alcuni consigli

Il diabete è una condizione cronica che incide sul modo con cui il cane trasforma in energia il cibo che assume.
Si può gestire (non curare) questa condizione facendogli cambiare lo stile di vita e l'alimentazione.
A volte occorre anche somministrargli dell'insulina.
Il glucosio, l’insulina, il diabete

Il glucosio, l’insulina, il diabete

Il glucosio è uno zucchero, ed è la principale fonte di energia necessaria al funzionamento delle cellule. La maggior parte del cibo che (anche) il cane assume viene scomposto in glucosio/zucchero e poi rilasciato nel flusso sanguigno.

All’aumentare dei livelli di zuccheri presenti nel suo nel sangue, il pancreas rilascia l’insulina – che è un ormone prodotto da specifiche cellule (del pancreas). L’insulina controlla il metabolismo del glucosio.

Insulina e glucosio lavorano insieme, nel senso che l’insulina agisce come una chiave la quale lascia entrare nelle cellule del corpo il glucosio presente nel sangue: glucosio che come abbiamo detto è una fonte di energia.

Se un cane è diabetico, significa che il suo corpo o non produce una sufficiente quantità d’insulina, oppure che non può utilizzare come dovrebbe l’insulina prodotta.

Quando ciò accade (non c’è abbastanza insulina – o quando le cellule smettono di rispondere all’insulina) rimane troppo zucchero nel sangue. Col passare del tempo questa condizione può comportare diversi gravi problemi legati alla salute: malattie cardiache, perdita della vista, malattie renali, cataratta, infezioni del tratto urinario.

I sintomi del diabete

I sintomi del diabete

Se hai il sospetto che il tuo cane possa essere diabetico, cerca di focalizzare la tua attenzione sui seguenti sintomi che possono essere indicativi dell’esistenza di questa condizione:

  • una maggiore frequenza di minzione,
  • un aumento della sete,
  • un maggior dell’appetito,
  • una perdita di peso ingiustificata.

Se dovessi nutrire un qualche dubbio circa lo stato di benessere del tuo cane, e dato che non spetta a te fare una diagnosi, rivolgiti subito ad un veterinario il quale potrà con certezza confermare (o meno) la presenza della malattia.

La cura del cane diabetico

Come aver cura di un cane diabetico

Oggi per il diabete non esiste una cura. Perciò, il primo obiettivo che si deve porre il possessore un cane diabetico, è di tenere i livelli di zucchero (glucosio) presenti nel sangue dell’animale quanto più possibile vicini a quelli normali.

A tal fine, ma anche per fare in modo che il cane diabetico possa vivere meglio, possono essere utili i seguenti accorgimenti:

  1. mantenerlo fisicamente in buona forma e fargli fare una vita attiva,
  2. fargli assumere dei cibi salutari adatti alla sua condizione,
  3. somministrargli eventualmente dell’insulina (solo su indicazione del veterinario).

Se poi il cane diabetico dovesse essere anche in sovrappeso, la perdita di alcuni chili di troppo farà in modo che le sue cellule possano utilizzare nel modo migliore l’insulina e che il suo corpo trasformi più facilmente il cibo assunto in “carburante”.

Anche somministrargli (all’occorrenza) l’insulina serve fargli avere una vita normale.

La gestione del cane

La gestione del cane diabetico

Il proprietario di un cane diabetico deve dedicargli un impegno maggiore di quello necessario ad un cane sano. Deve infatti,

  • assicurargli 2-3 pasti al giorno;
  • fargli delle iniezioni d’insulina secondo le indicazioni che gli darà il veterinario (in genere un’iniezione ogni 12 ore);
  • portare spesso a spasso il cane in modo che possa fare molta attività fisica.

Infatti un’attività fisica regolare aiuta il cane a perdere peso e serve ad abbassare i livelli di zucchero nel sangue: sarebbe opportuno, ogni giorno, per lo stesso periodo di tempo, alla stessa intensità. Infatti, gli allenamenti o le attività fisiche troppo lunghe o troppo vigorose potrebbero far scendere troppo i livelli di zucchero presenti nel suo sangue.

Anche se si dovessero seguire alla lettera tutte queste indicazioni, potrebbero servire diversi mesi per riportare stabilmente i suoi valori di glucosio a dei valori accettabili. All’inizio può essere difficile, poi tutti i cambiamenti che s’introdurranno, entreranno presto a far parte della nuova routine quotidiana, e potranno rendere ancora più forte il legame padrone / animale.

L’alimentazione

L’alimentazione del cane diabetico

E’ il veterinario la persona che – di norma basandosi  sul peso del cane e sui suoi livelli di attività fisica – deve stabilire di quante calorie ha bisogno il cane ogni giorno e quali sono gli alimenti da preferire. Dopodiché spetterà a te tener sotto controllo quanto, cosa, e quando mangia il tuo cane.

La maggior parte dei veterinari, per i cani diabetici, consiglia una dieta ricca di fibre e povera di grassi. Ciò in quanto,

  1. le fibre rallentano l’ingresso del glucosio nel flusso sanguigno, e fanno si che il cane si senta sazio:
  2. gli alimenti a basso contenuto di grassi hanno poche calorie, e questo fatto può servire – ove ciò dovesse essere necessario –  anche a fargli perder peso.

Una dieta ricca di fibre, implica anche che il cane possa avere la possibilità di bere acqua in abbondanza (per evitare stitichezza e altri problemi). Anche in questo caso, sarà tuo compito accertarti che non gli manchi l’acqua.

Il veterinario potrebbe anche raccomandare una dieta particolare da preparare a casa. Per la maggior parte dei cani cani diabetici è tuttavia sufficiente un’alimentazione a base di mangimi che si possono trovare nei negozi per animali.

Se poi dovesse essere necessario modificare la sua dieta abituale, devi fare attenzione che (malgrado ciò) l’animale continui ad alimentarsi, soprattutto se gli stai somministrando dell’insulina. Se dovesse mangiare poco, ciò potrebbe dovuto al fatto,

  • che non gli piace il “nuovo” cibo,
  • che ha anche un altro problema,
  • che sta avendo delle complicazioni legate al diabete.

In questo caso quindi, parlane col veterinario. Assicurati comunque che il tuo cane diabetico mangi qualcosa, anche se questo qualcosa non è per lui il massimo: non però i cibi ricchi di zucchero o di carboidrati. Per invogliarlo a mangiare puoi provare,

  • ad aggiungere agli alimenti che gli dai un cucchiaio di cibo in scatola;
  • a spargere del pollo sminuzzato o delle uova strapazzate sulle sue crocchette;
  • ad aggiungere un cucchiaio di brodo di pollo a basso contenuto di sodio al suo cibo secco.

Può andar bene anche fargli consumare, tra un pasto e l’altro, degli snack purché abbiano bassi contenuti di zuccheri e di carboidrati. Vanno però evitati quegli snack che indicano nella lista degli ingredienti sciroppo, fruttosio, destrosio o maltosio.

Per un cane diabetico, buone opzioni alimentari sono anche le carni disidratate fatte in casa, le carote, i piselli e persino la zucca in scatola.