pastore-tedesco

Pastore Tedesco

Quella dei Pastori Tedeschi è una razza di ottimi cani da guardia coraggiosi e sicuri di sé, ma anche di abili, versatili ed intelligenti cani da lavoro.
Introduzione

Introduzione

Quella del Pastore Tedesco / cane da Pastore Tedesco, è tra le prime 10 razze canine più popolari in Italia e probabilmente una delle più conosciute al mondo.

Parte di questa fama deriva ad un cucciolo di Pastore Tedesco che un soldato statunitense, Lee Duncan, aveva trovato durante la prima guerra mondiale in un canile della Lorena. Finita la guerra lo aveva portato a Los Angeles e lo aveva “trasformato” in Rin Tin Tin , il cane più famoso del mondo dello spettacolo. Rin Tin Tin era apparso in dozzine di film, tanto che al culmine della sua celebrità era arrivato a ricevere in una settimana ben 10.000 lettere dai suoi fan. I profitti di questi film hanno contribuito al successo della Warner Bros.

Qualità caratteristiche

Le qualità caratteristiche di questa razza canina

Il Pastore Tedesco è conosciuto per essere un abile e versatile cane da lavoro ed un affidabile cane da guardia. Se è ben addestrato è in grado di: fare da guida alle persone cieche, inseguire criminali, trovare i morti ed i superstiti dopo i terremoti, fiutare sostanze illegali, “prestare servizio” nell’esercito, “controllare” il bestiame.

Malgrado ciò, non è un’animale adatto per tutti.

  1. Essendo un animale pieno di energia, ha bisogno infatti di fare molta attività fisica, differentemente potrebbe manifestare la sua noia e la sua frustrazione abbaiando e masticando.
  2. Appartiene ad una razza canina “distaccata”, talvolta anche sospettosa: qualità ottime per un cane da guardia, ma non certamente le migliori per dare il benvenuto agli ospiti. Tuttavia, se fin da cucciolo viene addestrato correttamente e se lo si abitua a diverse situazioni e ad avere contatti con diverse persone, un Pastore Tedesco può imparare a non essere aggressivo e diffidente con gli estranei.

Se sei interessato ad un cucciolo di Pastore Tedesco devi sapere che potrai avere un cane adulto leggermente diverso a seconda che suoi antenati provengano da allevamenti americani piuttosto che da europei.

Ex allevamenti americani. Gli allevatori americani mirano sopratutto alle esposizioni canine e perciò focalizzano la loro attenzione più sull’aspetto fisico che sulle altre qualità distintive dei Pastori Tedeschi. Secondo alcuni, quelli discendenti da cani che provengono da allevamenti americani sono più calmi di quelli europei. Secondo altri, gli “americani” hanno perso alcuni dei “tradizionali talenti” dei cani pastori, e sono anche più portati ad avere alcuni problemi comportamentali (come l’ansia da separazione).

Ex allevamenti europei. Gli allevamenti europei si focalizzano invece principalmente sulle loro capacità lavorative e nel conservare le tradizionali caratteristiche della razza: i loro cani devono superare numerosi test e dimostrare di avere i parametri fisici e mentali per cui questa razza è nota. In buona sostanza: i Pastori Tedeschi discendenti da cani  “europei” tendono ad avere una personalità più energica e più motivata.

Mantello

Il loro mantello

Il Pastori Tedeschi sono nati per lavorare con le greggi in climi rigidi, per cui hanno un doppio mantello che serve loro a proteggersi dalla pioggia e dalla neve.

Non tutti hanno lo stesso manto, manto che può essere colorato con varie sfumature di colori. I Pastori Tedeschi “ideali” hanno un mantello fatto di peli di media lunghezza; tuttavia alcuni di loro hanno il pelo lungo. Il mantello esterno di questi cani è denso di peli lisci, che però talvolta possono essere anche ondulati ed ispidi.

Questo manto come appena detto può essere di colori diversi: nero con focature rosso-bruno, bruno, giallo fino al grigio chiaro, nero monocolore, grigio con sfumature più scure. Sono anche ammessi, una piccola macchia bianca poco appariscente sul petto, i suoi lati interni chiari. Il sotto-pelo di questi cani ha una tonalità grigio chiara, mentre non è ammesso il colore bianco.

Il suo tartufo (il naso del cane) dev’essere sempre di color nero.

Personalità

La personalità di questa razza canina

Anche se sono degli animali “distaccati”, i Pastori Tedeschi di solito non sono animali aggressivi. Sono semplicemente riservati: non fanno subito amicizia, ma una volta fatta sono estremamente leali.

Con la loro famiglia sono accomodanti e disponibili, se però vengono minacciati possono essere anche aggressivi, caratteristiche queste che ne fanno degli eccellenti cani da guardia.

I cani – intelligenti e facili da addestrare – di questa razza devono avere sempre qualcosa da fare: vivono per svolgere un qualche compito, uno qualsiasi. Possono del resto essere addestrati per fare quasi tutto, dall’allertare una persona sorda quando suona un campanello, all’annusare dove si trova una persona travolta da una valanga o da un terremoto (per esempio).

Il che spiega anche il perché non siano adatti a stare soli per lungo tempo. Se non hanno una compagnia o un’attività fisica da fare, e non possono mettere a frutto la loro intelligenza, si annoiano e si avviliscono: in questi casi probabilmente indirizzeranno la loro energia repressa in modi che non ci piacciono.

Il fatto di farli socializzare precocemente mediante contatti con molte persone, con diverse esperienze, immagini, suoni, ecc…  serve a farli diventare cani equilibrati.

Se è ben addestrato e abituato a stare coi bambini fin da cucciolo, il Pastore Tedesco è un compagno gentile e protettivo coi più piccoli: si potrebbe dire che è un incrocio tra una baby sitter ed un poliziotto. Attenzione però, che essendo un animale di grossa taglia a volte potrebbe involontariamente anche far loro male; che coi bambini che non conosce non è molto amichevole.

I Pastori Tedeschi possono convivere pacificamente anche con altri cani e con altri animali domestici purché siano abituati a ciò fin da cuccioli. Se non sono abituati, potremmo avere difficoltà ad andare con loro presso gli amici che hanno animali domestici.

Su una scala da uno a cinque, possiamo sintetizzare in questo modo le caratteristiche di un cane di questa razza.

  • Adatto a rimanere a casa da solo: 3/5.
  • Adatto a chi ha poca esperienza coi cani: 2/5.
  • Sensibilità: 5/5.
  • Capacità di sopportare la solitudine: 2/5.
  • Capacità di sopportare il freddo: 4/5.
  • Capacità di sopportare il caldo: 3/5.
  • Affezione alla famiglia: 5/5.
  • Tolleranza coi bambini: 5/5.
  • Tolleranza con gli altri cani: 2/5.
  • Tolleranza con gli estranei: 4/5.
  • Perdita di pelo: 5/5.
  • Tendenza a sbavare: 1/5.
  • Facilità di toelettatura: 5/5.
  • Stato di salute della razza: 4/5.
  • Tendenza ad ingrassare: 2/5.
  • Taglia: 4/5.
  • Facilità all’addestramento: 5/5.
  • Intelligenza: 5/5.
  • Tendenza a morsicare: 5/5.
  • Aggressività verso potenziali prede: 4/5.
  • Tendenza ad abbaiare e ad ululare: 4/5.
  • Tendenza ad allontanarsi, quando è libero: 2/5.
  • Sopportazione della fatica: 5/5.
  • Vigore: 5/5.
  • Necessità di fare esercizio fisico: 5/5.
  • Giocosità: 5/5.

Si tratta di giudizi che riflettono le caratteristiche tipiche medie dei cani di questa razza, quindi quelle di ogni singolo cane possono discostarsene anche significativamente.

Per ulteriori informazioni, rinviamo al nostro articolo Come scegliere un cane.

Gli standard

Gli standard di questa razza canina

Per chi fosse interessato ad approfondire gli standard del Pastore Tedesco (German Shepherd Dog – Berger Allemand – Deutscher Schaeferhund – Pastor Alemàn) segnaliamo,

Lo standard della FCI (Fédération cynologique internationale):

Gli standard di alcune altre associazioni cinofile che non aderiscono alla FCI:

Galleria fotografica

Galleria fotografica di cani Pastori Tedeschi

N02106662_17240
N02106662_17240

N02106662_16817
N02106662_16817

N02106662_10338
N02106662_10338

N02106662_1812
N02106662_1812

N02106662_13904
N02106662_13904

N02106662_2659
N02106662_2659

N02106662_24110
N02106662_24110

N02106662_18922
N02106662_18922

N02106662_10676
N02106662_10676

N02106662_597
N02106662_597

N02106662_6889
N02106662_6889

N02106662_808
N02106662_808

N02106662_12116
N02106662_12116

Salute e malattie

Salute e malattie di questa razza canina

I Pastori Tedeschi, per la maggior parte sono degli animali sani. Ad ogni modo, si ti interessa un cucciolo di Pastore, dovresti rivolgerti ad un allevamento di cani noto per essere affidabile: ad uno che sia attento nella scelta dei riproduttori e che valuti a tal fine,

  • la loro storia clinica e le loro caratteristiche fenotipiche,
  • i possibili loro rischi riguardanti alcune loro condizioni di salute, come la mielopatia degenerativa e la displasia del gomito e dell’anca.

Dato che appartiene ad una razza di cani molto attivi ed atletici, per star bene fisicamente e mentalmente, il Pastore Tedesco ha bisogno fin da piccolo di fare molta attività fisica. Differentemente diventerà un cane adulto frustrato, e probabilmente avrà anche dei comportamenti indesiderabili.

  • Col tuo cucciolo puoi iniziare con brevi passeggiate quotidiane e giocando con lui in un’area recintata.
  • Quando esci, non lasciarlo senza guinzaglio perché anche un cane meglio addestrato può distrarsi e non ubbidire ai comandi.

E’ utile anche farlo partecipare ad alcune attività cinofile come (per esempio) a prove d’agilità – attività queste che possono essere divertenti e gratificanti sia per il cane che per il suo padrone.

Aspettati che il Pastore Tedesco ti combini dei guai se lo lasci solo a lungo e senza che abbia qualcosa da fare. La noia e l’inattività possono anche causargli alcuni problemi comportamentali: masticherà, scaverà, abbaierà. Il Pastore Tedesco ha infatti un “disperato” bisogno di tener attivo, sia il suo corpo (con lo jogging, con giochi nei parchi per cani) sia la sua mente (esercizi d’abilità, gare di obbedienza).

Ai Pastori Tedeschi piace anche masticare. Le loro potenti mascelle possono distruggere la maggior parte dei materiali che mettono tra i denti. Occorre però fare attenzione alle cose che (anche) questi cani mettono in bocca, in modo da evitare che producano danni a cose, ma anche problemi a se stessi.

Le malattie più frequenti in questa razza canina sono le seguenti:

  • dermatite acrale da leccamento (una malattia della pelle del cane);
  • cataratta;
  • malformazione o instabilità vertebrale cervicale (anomalie della giunzione cranio-cervicale);
  • labbro leporino;
  • distrofia corneale (un gruppo di disturbi della cornea di natura non infiammatoria);
  • astenia cutanea (malattia genetica che provoca un decadimento nella pelle cane);
  • mielopatia (danno al tessuto nervoso nel midollo spinale della colonna cervicale o toracica);
  • demodicosi (nota anche come rogna rossa, è una patologia parassitaria del cane);
  • dermatomiosite (malattia infiammatoria della cute e dei muscoli molto fastidiosa e dolorosa);
  • cisti dermoide (tumore benigno ovarico);
  • displasia del gomito del cane (alterazione della formazione dell’articolazione del gomito);
  • insufficienza pancreatica esocrina (incapacità del pancreas fornire sufficienti enzimi digestivi);
  • dilatazione gastrica-volvolo (patologia che comporta una ostruzione dello stomaco del cane);
  • emivertebra (malformazioni vertebrali consistente in un incompleto sviluppo dell’arco vertebrale);
  • emofilia B (un disturbo della coagulazione);
  • displasia dell’anca (malattia osteoarticolare comune nei cani medio/grandi);
  • iperadrenocorticismo o morbo di Cushing (un’eccessiva produzione di cortisolo);
  • epilessia idiopatica (predisposizione a sviluppare crisi epilettiche);
  • lupus eritematoso (sistemico, cutaneo / discoide);
  • miosite muscolare masticatoria – miosite eosinofila (miositi = infiammazioni di muscoli);
  • megaesofago (anomala dilatazione dell’esofago del cane);
  • displasia della valvola mitrale (la valvola d’ingresso del cuore, ha uno restringimento o una perdita);
  • miastenia grave (grave debolezza muscolare);
  • ipoplasia del nervo ottico (nervi ottici non pienamente sviluppati);
  • panno corneale (opacamento della cornea);
  • panosteite (infiammazione che colpisce le zampe);
  • pervietà del dotto di Botallo (mancata chiusura subito dopo la nascita del dotto arterioso che connette le arterie polmonari con l’aorta);
  • pemfigo foliaceo (malattia autoimmune cutanea);
  • fistole perianali (cavità piena di pus in prossimità dell’ano);
  • arco aortico destro persistente (malformazione congenita dei grossi vasi);
  • disturbo piastrinico (sovrapproduzione o sottoproduzione di piastrine nel sangue);
  • atrofia progressiva della retina (malattia degenerativa che porta alla perdita della vista);
  • stenosi polmonare (restringimento di un tratto polmonare);
  • displasia retinica (condizione dell’occhio che provoca macchie rotonde);
  • adenite sebacea (patologia che colpisce le ghiandole sebacee della cute);
  • seborrea (dermatite seborroica);
  • deficit di immunoglobulina A (malattia legata a bassi livelli di immunoglobulina sierica);
  • sovra-crescita batterica dell’intestino (un’alterata crescita batterica nell’intestino);
  • stenosi sub-aortica (rallentamento del passaggio di sangue ossigenato);
  • displasia dei lembi della valvola tricuspide (un’anomalia cardiaca congenita);
  • stenosi vertebrale (associata alla sindrome della cauda equina) (stenosi del canale vertebrale a livello lombare);
  • vitiligine (comparsa sulla pelle di chiazze non pigmentate);
  • malattia di von Willebrand (emorragie spontanee);
  • insufficienza renale(incapacità dei reni di filtrare le scorie metaboliche).
L’alimentazione

L’alimentazione del cane Pastore Tedesco

Solitamente un mangime per cani di qualità adatto alla sua età (cucciolo, adulto o anziano) ha tutti i nutrienti di cui il Pastore ha bisogno, per cui non gli dovrebbero essergli necessari degli integratori vitaminici e minerali.

I Pastori Tedeschi, tra i quattro ed i sette mesi d’età crescono molto rapidamente e, se non vengono correttamente nutriti, potrebbero avere dei disturbi ossei più avanti.

I nostri avanzi potrebbero provocargli disturbi a livello digestivo: parsimonia quindi, soprattutto evitando di dargli delle ossa cotte e degli alimenti ad alto contenuto di grassi.

Quando lo addestra, gli si possono dare dei pezzi di biscotti od altri “premi alimentari”. Ma senza esagerare: lasciare che il cane metta su troppi chili potrebbe causargli problemi alle articolazioni. Quindi,

  • limita le prelibatezze,
  • tienilo attivo,
  • fa in modo che i suoi pasti siano ad orari “fissi”,
  • non lasciare il cibo sempre a sua disposizione.
Prezzi

Prezzi di un cucciolo di cane Pastore Tedesco

Il costo d’acquisto di un cucciolo di Pastore Tedesco può andare dai 1.000 ai 1.500 euro.

Cura del cane

La cura del cane: toelettatura e igiene

toelettatura

Questa razza canina perde peli tutto l’anno: in particolare nel periodo della muta, ovvero nelle mezze stagioni (primavera ed autunno). Se desideri avere un Pastore Tedesco, preparati perciò ad avere i suoi peli sui tuoi pantaloni neri, sul tuo divano bianco: praticamente in tutta la casa.

Il fatto di spazzolarlo due o tre volte alla settimana ti servirà ad avere meno peli in giro: ma non sarà male neppure se utilizzerai un robusto aspirapolvere.

Non fargli fare il bagno troppo spesso, ciò al fine di non togliergli assieme allo sporco anche gli oli che gli sono utili. E’ preferibile farglielo fare solo quando proprio ne ha bisogno, anche perché il Pastore Tedesco tende ad essere abbastanza pulito ed inodore.

unghie

Le sue unghie devono essere tagliate una volta al mese.

orecchie

Le sue orecchie devono essere controllate una volta alla settimana in modo da togliere dal loro interno lo sporco.

Un loro arrossamento o un loro cattivo odore possono indicare l’esistenza di un’infezione: quindi per prevenire problemi, puliscile con un batuffolo di cotone inumidito con un detergente per orecchie delicato e con pH bilanciato.

denti

I pastori tedeschi amano masticare, e questa loro abitudine li aiuta a tenere puliti i loro denti. Dai al tuo cane dei giocattoli o delle ossa che siano “robuste” e che non siano pericolose da masticare: rosicchiando questi oggetti i cani combattono l’accumulo di tartaro specialmente sui molari posteriori.

Lavargli i denti con uno spazzolino morbido. Un dentifricio per cani lo aiuterà a mantenere le gengive ed denti in buona forma.

L’addestramento

L’addestramento

Una sua precoce socializzazione ed un suo precoce addestramento serviranno al cucciolo di Pastore Tedesco a diventare un cane adulto adattabile e ben educato.

Quando addestriamo un Pastore Tedesco che, come abbiamo detto, è un compagno molto intelligente ed un lavoratore straordinario, avremo i migliori risultati,

  • se i nostri comportamenti sono coerenti,
  • se lo “rafforziamo positivamente mediante ricompense “quando si comporta bene e ci ubbidisce.

Un cucciolo di Pastore dovrebbe essere integrato nello svolgimento delle quotidiane attività domestiche. Ciò in quanto è un cane estremamente legato alla sua “gente”, ed è felice quando vive in famiglia.

Come molte razze di cani da pastore, anche i Pastori Tedeschi possono essere degli “imbonitori” ed abbaiare chiassosamente: perciò dovrebbero essere addestrati anche ad obbedire al nostro comando “Silenzio”.

La razza in sintesi

  • Origine: Germania
  • Temperamento: guardingo, intelligente, leale, coraggioso, sicuro di se, aggressivo,
  • Caratteristiche: molto attivo; Questi cani sono nati per lavorare; richiedono un regolare esercizio fisico e mentale
  • Rapporto con i bambini: sì
  • Rapporto con altri cani: meglio con un supervisore
  • Muta: frequente
  • Toelettatura: occasionale
  • Altezza minima: 59 - 66 cm
  • Taglia: grande
  • Peso: 22.7 - 40.8 Kg
  • Aspettativa di vita: 7 - 10 anni
  • Tendenza ad abbaiare: abbaia quando necessario
  • Addestrabilità: desideroso di piacere
  • Altri nomi con cui è conosciuto: Cane Lupo Alsaziano - German Shepherd Dog – Berger Allemand – Deutscher Schaeferhund – Pastor Alemàn
  • Codice FCI: 166
  • Gruppo FCI: GRUPPO 1 - cani da pastore e bovari (esclusi bovari svizzeri)

Fonti e risorse utili

OMIA:  1758 1140 2071 263 263 438