Golden Retriever

Golden Retriever

I Golden Retriever sono dei cani da riporto ("dog retriever") dal manto dorato ("golden") denso e lucente, robusti, muscolosi, amichevoli, intelligenti.
Intro

Introduzione

Il Golden Retriever è un cane da riporto (“retriever” è una parola inglese che vuol dire “riportatore”) dal mantello dorato (“golden”), di taglia media, socievole, amichevole, molto intelligente, leale, vivace.

Non stupisce che queste sue qualità ne abbiano fatto uno dei cani più popolari in Italia ed in altri paesi del mondo.

E’ un animale lento a maturare. Infatti, fino a tre / quattro anni di età mantiene la personalità “sciocca e giocosa” dei cuccioli. Il che, se per certi versi può essere piacevole, per altri può essere fastidioso. Alcuni Golden Retriever poi mantengono questa loro caratteristica fino a tarda età!

In origine il Golden Retriever veniva utilizzato per dei lavori fisicamente impegnativi come il recupero delle anatre e di altri uccelli durante le battute di caccia. Ciò implica che questo cane ha bisogno,

  • di fare una qualche attività fisica tutti i giorni: andare a passeggio, passare il tempo libero in cortile, fare una corsa in spiaggia o al lago (i Golden amano l’acqua);
  • di dedicarsi ad un’attività o ad uno sport per cani: un Golden Retriever stanco per aver faticato troppo è un cane felice.

Oltre a stimolarlo mediante esercizi fisici e mentali, il proprietario di un Golden Retriever dev’essere disposto ad includerlo nelle sue normali attività in famiglia.

Il Golden Retriever ha infatti bisogno di stare col suo “branco”: quindi se non sei disposto ad averlo in casa con te sotto i tuoi piedi ogni giorno, non acquistarne uno.

Non dovrebbe orientarsi verso questo cane chi è interessato ad un cane da guardia: anche se dovesse abbaiare quando arrivano degli estranei, probabilmente poi scodinzolerà e mostrerà loro il suo affetto.

Soprattutto in primavera ed in autunno i Golden Retriever perdono molti peli. Una spazzolata quotidiana ne eliminerà una parte ed impedirà che si depositino sui vestiti ed in tutta la casa. Comunque, ai peli occorrere farci l’abitudine con un cane di questa razza.

Personalità

La personalità

Uno di tratti tratto distintivi dei Golden Retriever è di essere degli animali dolci e calmi per natura.

Sono nati per lavorare con l’uomo e, per loro natura tendono ad assecondare il loro padrone. Questa loro predisposizione non dev’essere però data sempre per scontata, ma dev’essere rafforzata e consolidata mediante un buon addestramento.

Come ogni cane, anche il Golden Retriever ha (anche) bisogno di socializzare sin dalla sua tenera età mediante contatti con molte persone, immagini, suoni ed esperienze diverse. La socializzazione servirà al cucciolo “dorato” a diventare un cane equilibrato.

Golden Retriever, bambini, altri animali

Il Golden Retriever, i bambini, gli altri animali

Il Golden Retriever è un compagno ideale anche per i bambini più piccoli. Attenzione però che occorre insegnare ai bambini piccoli,

  • a non mordergli o tirargli le orecchie o la coda,
  • a come avvicinarsi e come toccare il cane,
  • a non avvicinarsi mentre questi mangia o dorme,
  • a non cercare di portargli via il cibo.

Nessun cane infatti, per quanto amichevole possa essere, dovrebbe essere lasciato senza sorveglianza con un bambino piccolo.

Per quanto riguarda i Golden Retriever, sono pur sempre dei cani chiassosi e di grossa taglia,  che potrebbero accidentalmente far male ai bambini più piccoli.

Non hanno problemi particolari con gli altri animali domestici: i Golden amano la compagnia degli altri cani; con le adeguate “presentazioni” e con un po’ d’addestramento, anche la compagnia dei gatti, dei conigli ed altri animali.

Su una scala da uno a cinque, possiamo così sintetizzare le caratteristiche di un cane di questa razza.

  • Adatto a rimanere a casa da solo: 2/5.
  • Adatto a chi ha poca esperienza coi cani: 3/5.
  • Sensibilità: 5/5.
  • Capacità di sopportare la solitudine: 1/5.
  • Capacità di sopportare il freddo: 3/5.
  • Capacità di sopportare il caldo: 3/5.
  • Affezione alla famiglia: 5/5.
  • Tolleranza coi bambini: 5/5.
  • Tolleranza con gli altri cani: 5/5.
  • Tolleranza con gli estranei: 5/5.
  • Perdita di pelo: 5/5.
  • Tendenza a sbavare: 4/5.
  • Facilità di toelettatura: 2/5.
  • Stato di salute: 2/5.
  • Tendenza ad ingrassare: 5/5.
  • Taglia: 3/5.
  • Facilità d’addestramento: 5/5.
  • Intelligenza: 5/5.
  • Tendenza a morsicare: 5/5.
  • Aggressività verso potenziali prede: 3/5.
  • Tendenza ad abbaiare e ad ululare: 3/5.
  • Tendenza ad allontanarsi, quando è libero: 2/5.
  • Sopportazione della fatica: 5/5.
  • Vigore: 2/5.
  • Necessità di fare esercizio fisico: 5/5.
  • Giocosità: 5/5.

Questi valori sono indicativi delle caratteristiche tipiche della razza, quindi quelle di ogni singolo Golden Retriever possono discostarsene anche significativamente.

Per ulteriori informazioni, consulta l’articolo Come scegliere un cane.

Gli standard

Gli standard di questa razza canina

Per chi fosse interessato ad approfondire gli standard del Golden Retriever segnaliamo,

Lo standard della FCI (Fédération cynologique internationale):

Gli standard di alcune altre associazioni cinofile che non aderiscono alla FCI:

Galleria fotografica

Galleria fotografica di cani Golden Retriever

N02099601_176
N02099601_176

N02099601_6867
N02099601_6867

N02099601_1010
N02099601_1010

N02099601_1259
N02099601_1259

N02099601_8181
N02099601_8181

N02099601_124
N02099601_124

N02099601_6139
N02099601_6139

N02099601_7119
N02099601_7119

N02099601_8764
N02099601_8764

N02099601_78
N02099601_78

N02099601_5893
N02099601_5893

N02099601_6331
N02099601_6331

Salute e malattie

Salute e malattie di questa razza canina

I Golden Retriever sono generalmente dei cani sani, ma al pari di quelli di tutte le altre razze, possono anche essere predisposti a determinati problemi di salute.

Non tutti necessariamente li svilupperanno, ma è importante esserne consapevoli quando si sta prendendo in considerazione l’acquisto un cane di questa razza. Queste problemi potrebbero essere costituiti da,

  • cataratta (gene HSF4);
  • malformazione o instabilità vertebrale cervicale;
  • distrofia corneale (gene CHST6);
  • diabete mellito;
  • displasia del gomito (un’alterazione dell’articolazione del gomito);
  • entropion (malattia in cui il margine della palpebra ruota verso l’ interno);
  • malattia renale cronica (progressivo deterioramento della funzionalità renale);
  • displasia dell’anca (malattia osteoarticolare comune dei cani di media e grande);
  • istiocitosi (gene TP53 anche conosciuto come proteina tumorale 53);
  • ipomielinogenesi (malattia ereditaria che colpisce le cellule nervose del cane);
  • ipotiroidismo (gene TPO – ipotiroidismo grave associato a gozzo);
  • ittiosi (disordini genetici a carico della pelle);
  • epilessia idiopatica (predisposizione a sviluppare crisi epilettiche);
  • shunt portosistemico (malattia congenita della circolazione);
  • atrofia progressiva della retina (Perdita progressiva della vista);
  • displasia retinica (una condizione che provoca nell’occhio macchie rotonde);
  • adenite sebacea (processo infiammatorio delle ghiandole sebacee);
  • stenosi subaortica (ipertrofia del miocardio);
  • morbo di von Willebrand (gene  VWF – malattia emorragica ereditaria);
  • distrofia muscolare legata all’X (malattia  genetica rara).
Alimentazione

L’alimentazione del cane Golden Retriever

I Golden Retriever dovrebbero esser nutriti con prodotti per cani di alta qualità. Un’alimentazione di qualità adatta all’età del cane (cucciolo, adulto o anziano) conterrà tutti i nutrienti di cui ha bisogno.

Alcuni Golden Retriever possono tendere al sovrappeso: quindi tieni sotto controllo il consumo calorico e il peso del tuo cane. Consulta il veterinario se hai dubbi circa il peso o la dieta del tuo cane.

Se gli dai dei “premi alimentari”, fallo con moderazione. I premi possono essere importanti negli allenamenti, ma troppi possono renderlo obeso.

Dagli con parsimonia gli avanzi della tua tavola (meglio se no). Evita soprattutto di dargli ossa cotte ed i cibi ad alto contenuto di grassi.

Per un Golden adulto, la quantità giornaliera raccomandata di crocchette è di 2 a 3 tazze al giorno, suddivise in due pasti. Evita di lasciargli la tazza col cibo tutto il giorno.

Va da sè che la quantità di cibo che assume ogni cane (adulto) dipende dalla sua taglia, dall’età, dalla corporatura, dal metabolismo e dal suo livello d’attività.

  • Non tutti i cani necessitano della stessa quantità di cibo.
  • Inutile dire che uno molto attivo avrà bisogno di più nutrienti del cane “tele-dipendente”
  • A questo riguardo, anche la qualità del cibo che gli si da può fare la differenza: tanto migliore sarà, tanto più servirà a nutrirlo adeguatamente e – conseguentemente – meno cibo noi dovremo “scuotere” nella sua ciotola.

Se non sei sicuro se il tuo cane è (o non è) in sovrappeso,

  • metti le tue mani sulla sua schiena, coi pollici lungo la colonna vertebrale con le dita aperte verso il basso;
  • a questo punto dovresti essere in grado di sentire le sue costole senza essere costretto a premere forte;
  • se non le senti, il cane ha bisogno di meno cibo e di più esercizio fisico.

I cuccioli di questa razza crescono molto rapidamente dai quattro ai sette mesi d’età.

  • Perciò, in questo periodo dovrai prestare una particolare attenzione alla sua alimentazione, in quanto (anche) i cani di questa razza potrebbero essere suscettibili di disturbi ossei.
  • Una dieta equilibrata normo-calorica di qualità può prevenire l’insorgere di questi problemi.
Prezzi

Prezzi di un cucciolo di cane Golden Retrievers

Il prezzo di un cucciolo (con pedigree) di Golden Retriever oscilla tra i 1.200 e 2.500 euro.

Dato che c’è una forte domanda di cani di questa razza, ci sono anche molte persone che li allevano più per far soldi che per passione.

Se sei interessato ad un cucciolo sano, non indirizzarti verso persone non affidabili od a “negozi di animali”. Rivolgiti a chi fa esaminare i suoi cani da riproduzione per accertarsi che non abbiano malattie genetiche che potrebbero poi trasmettere ai cuccioli.

Le cura del cane

Le cure del cane: toelettatura ed igiene

manto

I Golden Retriever hanno un manto idrorepellente denso, con uno spesso sotto-pelo. Alcuni di loro hanno dei mantelli ondulati, altri dritti.

Il colore del loro manto può variare dall’oro acceso fino a tonalità più scure ed ambrate: tutte le sfumature dell’oro, dall’oro chiaro all’oro scuro, ma non il color rosso e neppure il mogano.

Alcuni allevatori vendono anche dei Golden Retriever col mantello bianco, ma né l’American Kennel Club né la FCI (e l’ENCI) riconoscono il bianco come un colore del Golden. E’ ammesso solo un qualche pelo bianco sul petto.

Anche i Golden Retriever perdono pelo. Lo perdono moderatamente in inverno ed in estate, pesantemente in primavera e autunno. Se hai un Golden, dovrai adattarti ad avere una certa quantità di peli in casa e sui tuoi vestiti.

toelettatura

Lo spesso mantello del Golden Retriever necessita di molta cura. Per evitare che gli si formino dei grovigli peli, è bene spazzolarlo quotidianamente: una volta alla settimana è il minimo indispensabile.

Abitua il tuo Golden Retriever ad essere spazzolato ed esaminato fino da cucciolo. Fallo in modo che per lui sia un’esperienza positiva fatta di elogi, di coccole e di ricompense: faciliterai il veterinario e le ispezioni corporali quando poi sarà necessario.

Mentre lo lavi controlla se ha, piaghe, eruzioni cutanee, o segni di una qualche infezione sulla pelle, nel naso, nella bocca, negli occhi e sui piedi.

Il Golden ha bisogno di fare un bagno almeno una volta al mese.

denti

Spazzola i suoi denti almeno due o tre volte alla settimana al fine di rimuovere l’accumulo del tartaro ed i batteri che si possono annidare al suo interno: meglio quotidianamente se vuoi prevenire malattie gengivali e l’alitosi.

unghie

Se il tuo Golden Retriever non le usurasse in modo naturale, tagliagli le unghie una o due volte al mese. Quando senti che fanno clic sul pavimento, vuol dire che sono troppo lunghe. Le unghie corte e ben rifinite terranno in buone condizioni i suoi piedi.

Le unghie dei piedi dei cani hanno dei vasi sanguigni. Se le tagli troppo puoi causare un sanguinamento, con la conseguenza che il tuo cane la prossima volta che vede un taglia-unghie potrebbe non “collaborare”.

Quindi, chiedi consigli ad un veterinario o ad un toelettatore se non hai esperienza.

orecchie

Le orecchie dei Golden Retriever sono ripiegate, e questo fatto crea al loro interno un ambiente caldo e buio dove possono proliferare batteri e funghi che possono portare ad infezioni.

Le orecchie del cane dovrebbero essere controllate settimanalmente per verificare se hanno un qualche rossore o un cattivo odore, il che potrebbe indicare l’esistenza di un’infezione in corso. Andrebbero controllate anche ogni volta che sono bagnate.

Quando le esamini, puliscile con un batuffolo di cotone inumidito con un detergente per orecchie, delicato e con pH bilanciato, in modo da prevenire le infezioni.

Non inserire alcunché nel suo condotto uditivo; basta pulirgli l’orecchio esterno.

occhi

Gli occhi di un Golden Retriever dovrebbero essere chiari, senza arrossamenti o secrezioni.

Un esame settimanale ti aiuterà a individuare precocemente gli eventuali problemi di salute dei suoi occhi.

Addestramento e socializzazione

L’addestramento e la socializzazione

Sarebbe bene che i Golden Retriever venissero addestrati e fatti socializzare quando sono ancora sono cuccioli.

I corsi d’addestramento sono utili anche al processo di socializzazione del cucciolo.

  • E’ opportuno abituare il cucciolo – tra le sette settimane ed i quattro mesi – ad avere contatti con molte persone, luoghi e situazioni. Anche questo gli servirà a diventare un cane adulto ben adattato e ben educato.

Ma sono anche utili al suo proprietario ad imparare a riconoscere – e poi – a correggere le eventuali sue cattive abitudini.

  • L’addestramento all’obbedienza rafforza il legame tra il cane ed il padrone: un Golden non desidera altro che compiacere al suo padrone.

I Golden Retriever sono estroversi, leali e desiderosi di eseguire gli ordini, il che li rende molto facili da addestrare.

Attività fisica

L’attività fisica

Essendo cani attivi, i Golden Retriever necessitano di fare ogni giorni 40-60 minuti d’intensa attività fisica. L’addestramento all’obbedienza, le lezioni di agilità ed altre “attività canine” sono un ottimo modo per farli muovere e per stimolarli mentalmente.

Poiché i Golden Retriever sono portati all’azione ed amano i giochi all’aperto, il tuo Golden,

  • sarà felice di unirsi a te, se vai a fare escursioni o jogging,
  • sarà più che felice di andare a recuperarla se hai voglia di lanciare una palla.

Il fatto di stancarlo con 20-30 minuti di esercizi vigorosi due volte al giorno lo manterrà tranquillo quando sarà a casa.

Per contro, ridurre la sua attività potrebbe portarlo invece ad avere problemi di comportamento.

Come quelli di altre razze di cani da riporto (retriever), anche i Golden sono più felici quando hanno qualcosa da portare in bocca: una palla, un peluche, un giornale o, soprattutto, un calzino puzzolente.

La storia

La storia di questa razza canina

L’uomo più importante nella storia dei Golden Retriever è un uomo politico e d’affari scozzese, il primo barone Tweedmouth, Dudley Marjoribanks, il quale si era ripromesso di promuovere lo sviluppo di questa razza nelle Highlands scozzesi.

  • Per 50 anni (dal 1840 al 1890) aveva scrupolosamente registrato ciò che stava facendo per arrivare a creare un cane da caccia da utilizzare nella sua tenuta di Guisachan in Scozia.
  • Un cane che fosse adatto al clima piovoso e al terreno accidentato della Scozia.
  • A tal fine aveva incrociato un Yellow Retriever con un cane di una una razza  canina ormai estinta, il Tweed Water Spaniel. A questo “mix” aveva poi aggiunto anche il Setter irlandese ed il Bloodhound.

Nel 1911 il Kennel Club ha riconosciuto il Golden Retriever come razza distinta. Allora veniva classificato come “Retriever – Giallo o Golden”, nome poi cambiato nel 1920 in Golden Retriever.

L’American Kennel Club ha riconosciuto questa razza nel 1932: la FCI nel 1954.

La razza in sintesi

  • Origine: Regno Unito (Scozia)
  • Temperamento: amichevole, intelligente, devoto,
  • Caratteristiche: molto attivo ed energico. Necessita di attività fisica quotidiana.
  • Rapporto con i bambini: sì
  • Rapporto con altri cani: sì
  • Muta: stagionale
  • Toelettatura: occasionale
  • Altezza minima: 55 - 61 cm
  • Taglia: media
  • Peso: 24.9 - 34 Kg
  • Aspettativa di vita: 10 - 12 anni
  • Tendenza ad abbaiare: abbaia quando necessario
  • Addestrabilità: desideroso di piacere
  • Altri nomi con cui è conosciuto:
  • Codice FCI: 111
  • Gruppo FCI: GRUPPO 8 - cani da riporto cani da cerca cani da acqua