rottweiler

Rottweiler

Il Rottweiler è un cane da guardia nato. Con gli estranei può essere feroce. Coi suoi familiari è invece giocherellone, gentile, leale, protettivo.
Intro

I Rottweiler sono cani fedeli, leali e forti, potenti e resistenti. Ma allo stesso tempo, quando li si guarda negli occhi è difficile non smarrirsi nella loro espressione dolce, intelligente, vigile, senza timori.

Questa razza canina ha origine nella cittadina tedesca di Rottweil, dove questi cani venivano utilizzati dagli agricoltori e dai macellai del luogo per condurre e custodire il bestiame, ma anche per fare la guardia ai magazzini delle carni macellate. Questa loro “storica eredità” si riflette anche nel loro ampio torace e nel loro corpo muscoloso.

Se un Rottweiler è stato educato bene fin da cucciolo, da adulto si presenta come un cane,

  • calmo e sicuro di sé,
  • distaccato verso gli estranei,
  • mai timido o pauroso,
  • portato a difendere strenuamente la sua famiglia.

Queste caratteristiche sono tipiche dei cani da guardia “naturali”, e dei cani che operano in ambito militare o doganale. Tuttavia la sua naturale predisposizione alla difesa potrebbe anche arrivare alla ferocia, e perciò dev’essere opportunamente incanalata mediante,

  • una leadership ferma e coerente,
  • una precoce socializzazione del cane,
  • una sua formazione coerente,
  • un qualche compito regolare da fargli svolgere.

Differentemente più che un guardiano amichevole, il Rottweiler potrebbe diventare un bullo pericoloso.

Il carattere di questi cani si posiziona infatti su quella linea sottile che demarca l’aggressività dall’iperprotettività. Diventa aggressivo se non viene allevato in modo corretto; diventa iperprotettivo se non viene adeguatamente socializzato ed addestrato.

Quei Rottweiler adulti che non sono in grado distinguere il “buono” dal “non buono” possono essere pericolosi per tutti quelli che incontra, non solo per i “cattivi”. Ne consegue pertanto che,

  • devi essere per il tuo Rottweiler una guida a cui deve portare rispetto ed una persone di cui lui si possa fidare,
  • non devi mostrarti aggressivo o fare ricorso alla forza fisica, perché il cane poi finirà per adottare questo tuo modo di comportarti: con un cane potente ed intelligente come il Rottweiler, sarebbe la ricetta giusta per il disastro.

Quei Rottweiler che sono stati ben addestrati e ben socializzati sono invece animali giocherelloni, gentili e amorevoli con le loro famiglie.

Trattati con rispetto, i Rottweiler sono facili da governare e sono degli ottimi compagni. Per quanto meravigliosi possano essere, non sono tuttavia cani adatti per tutti. Infatti per il loro addestramento e per la loro vita in ambito sociale occorre,

  • aver tempo sufficiente per seguirli con dedizione,
  • tener conto che ci sono anche delle persone che temono questi cani, e che potrebbero avere comportamenti inconsulti in loro presenza.

Ancorché in Italia non ci sia (più) un elenco ufficiale dei cani ritenuti pericolosi, il Comune di Milano all’inizio del 2020  ha predisposto una lista di cani da doversi ritenere pericolosi. I Rottweiler vi sono compresi per cui a Milano tutti quelli che ne possiedono uno devono avere un apposito patentino (costo 50 euro).

Personalità

La personalità di questa razza canina

Il Rottweiler è un cane intelligente, adattabile e con una forte etica del lavoro. Tendenzialmente (quando addestrato e socializzato) è un animale calmo, sicuro di sé, coraggioso, mai timido.

  • Non è un cane che si eccita facilmente.
  • Con gli estranei è piuttosto distaccato e non fa subito amicizia, ma con loro ha un atteggiamento attendista e scrutatore (di norma). Senza un valido motivo, non dovrebbe mai essere aggressivo nei loro confronti.
  • Coi familiari è affettuoso, e spesso li segue in ogni loro attività in ambito domestico. Ha infatti un innato desiderio di proteggere la famiglia e le sue proprietà.

Tra i due sessi di questa razza canina si possono notare alcune differenze.

  • I maschi sono silenziosi e sono vigili nel valutare costantemente le possibili minacce  dell’ambiente circostante.
  • Le femmine sono più facili da controllare, e possono essere più affettuose.
  • Entrambi, maschi e femmine sono altamente addestrabili: anche se possono (per contro) essere piuttosto ostinati.

Col Rottweiler occorre instaurare una disciplina ferma e coerente.

  • Quando hai incardinato la tua leadership chiaramente, una sola tua parola tagliente spesso costituisce per lui un sufficiente rimprovero.
  • In caso contrario, il Rottweiler potrebbe cercare di fare il “prepotente” anche con te, oppure di “ingannarti”.

Tutto ciò implica che si tratta di una razza di cani che non sono adatti per quelle persone,

  • che hanno una scarsa capacità di esprimere in modo chiaro ed efficace (senza offenderli o aggredirli) le loro volontà e le loro emozioni,
  • che non hanno tempo da dedicare al loro addestramento ed alla loro “supervisione”.

Guadagnarsi il rispetto di un Rottweiler, implica fissargli dei limiti ed insegnargli quali potrebbero essere le conseguenze di comportamenti inappropriati: entrambe le cose richiedono tempo e pazienza.

Anche il temperamento dei Rottweiler, come quello di ogni cane, è legato ad una serie di fattori tra cui:

  • l’ereditarietà,
  • la socializzazione
  • l’addestramento.

ereditarietà

Quanto al fattore ereditarietà, cuccioli Rottweiler di buona indole sono curiosi e giocherelloni, si lasciano avvicinare dalle persone e tenere in braccio.

Perciò, quando ti accingi a scegliere un cucciolo, non orientarti verso uno che bullizzi i suoi fratelli o che tenda a nascondersi.

Osserva i suoi genitori. Vedi se hanno un temperamento simpatico (ciò solitamente è possibile solo con la madre).

Per valutare come il cucciolo di Rottweiler sarà una volta cresciuto, può essere utile anche “incontrare” i suoi fratelli .

socializzazione

Anche un Rottweiler, ha bisogno come ogni cane di socializzare sin da giovane.

I contatti con persone, immagini, suoni ed esperienze diverse, costituiscono per lui degli stimoli essenziali.

Sono cose utili a perfezionare le sue abilità sociali anche, il portarlo nei parchi affollati o nei negozi (laddove i cani sono i benvenuti), l’invitare gente a casa propria, il fargli fare delle piacevoli passeggiate.

In ogni caso, è sempre opportuno portare il cucciolo di Rottweiler ad un corso d’addestramento.

addestramento

Come già detto, le giuste chiavi per avere un Rottweiler ben educato, sono legate al suo addestramento fin da cucciolo, alla sua socializzazione, alla vita in famiglia, alla leadership del padrone.

Il suo proprietario deve dedicagli, tempo, energia (e denaro) in modo da dagli l’opportunità di poter imparare ogni giorno.

Anche se alcuni Rottweiler possono essere particolarmente testardi, siamo pur sempre in presenza di una razza canina intelligente che desidera farci contenti, quindi facilmente addestrabile.

È molto importante che ciò che s’insegna al Rottweiler abbia una coerenza e che con lui ci si dimostri equi e fermi senza però essere aggressivi. I comportamenti violenti degli uomini possono favorire la sua aggressività e dovrebbero perciò essere evitati.

I Rottweiler eccellono in molti sport, e quindi ben si adattano ad essere addestrati per l’agility e altre discipline per cani.

Su una scala da uno a cinque, possiamo così sintetizzare le caratteristiche di un cane di questa razza.

  • Adatto a rimanere a casa da solo: 2/5.
  • Adatto a chi ha poca esperienza coi cani: 1/5
  • Sensibilità: 4/5.
  • Capacità di sopportare la solitudine: 1/5.
  • Capacità di sopportare il freddo: 2/5.
  • Capacità di sopportare il caldo: 3/5.
  • Affezione alla famiglia: 5/5.
  • Tolleranza coi bambini: 4/5.
  • Tolleranza con gli altri cani: 2/5.
  • Tolleranza con gli estranei: 4/5.
  • Perdita di pelo: 4/5.
  • Tendenza a sbavare: 4/5.
  • Facilità di toelettatura: 5/5.
  • Stato di salute della razza: 2/5.
  • Tendenza ad ingrassare: 5/5.
  • Taglia: 3/5.
  • Facilità all’addestramento: 4/5.
  • Intelligenza: 5/5.
  • Tendenza a morsicare: 3/5.
  • Aggressività verso potenziali prede: 4/5.
  • Tendenza ad abbaiare e ad ululare: 4/5.
  • Tendenza ad allontanarsi, quando è libero: 2/5.
  • Sopportazione della fatica: 4/5.
  • Vigore: 4/5.
  • Necessità di fare esercizio fisico: 4/5.
  • Giocosità: 5/5.

Naturalmente si tratta di “punteggi” che illustrano le le caratteristiche tipiche medie della razza, quindi quelle di ogni singolo cane possono discostarsi anche significativamente.

Per ulteriori informazioni puoi consultare l’articolo Come scegliere un cane.

Rottweiler, bambini, altri animali

I Rottweiler coi bambini e con altri animali

I cani di questa razza sono maggiormente adatti alle famiglie con bambini più grandicelli che sappiano come interagire con loro, piuttosto che a quelle con bambini molto piccoli.

Comunque, occorre in ogni caso sorvegliare il cane quando gioca coi bambini, soprattutto se ci sono più bambini.

Un Rottweiler può infatti essere turbato dai loro giochi rumorosi o dalle loro liti (giocose) e potrebbe “intervenire” pensando di essere di fronte ad una situazione di pericolo reale. Ad ogni modo,

  • Insegna ai bambini come devono avvicinarsi e come toccare un cane.
  • Sorveglia le interazioni che si formano tra i cani ed i bambini piccoli per evitare che questi mordano o tirino le orecchie o la coda al cane.
  • Insegna loro a non avvicinarsi a nessun cane mentre questi dorme o mangia, ed a non cercare di portargli via il cibo.

Nessun cane dovrebbe mai essere lasciato senza sorveglianza con un bambino, tanto meno un Rottweiler.

Quando i Rottweiler vengono allevati assieme ad altri cani e gatti, con loro vanno generalmente d’accordo.

Possono però avere dei problemi coi cani estranei quando arrivano nella “loro” casa, soprattutto con quello del loro stesso sesso: con l’addestramento e una corretta educazione dovrebbero però accettare pacificamente anche gli animali nuovi arrivati.

Nei luoghi pubblici è bene tenere il Rottweiler al guinzaglio in modo da frenare la sua bellicosità verso gli altri cani ed evitare delle aggressioni: nelle aree in cui ci sono cani senza guinzaglio non è certamente l’animale più adatto.

Gli standard

Gli standard di questa razza canina

Per chi fosse interessato ad approfondire gli standard del Rottweiler segnaliamo,

Lo standard della FCI (Fédération cynologique internationale):

Gli standard di alcune altre associazioni cinofile che non aderiscono alla FCI:

Galleria fotografica

Galleria fotografica di cani Rottweiler

N02106550_5222
N02106550_5222

N02106550_12828
N02106550_12828

N02106550_6272
N02106550_6272

N02106550_982
N02106550_982

N02106550_11903
N02106550_11903

N02106550_11415
N02106550_11415

N02106550_4962
N02106550_4962

N02106550_10588
N02106550_10588

N02106550_6310
N02106550_6310

N02106550_6192
N02106550_6192

N02106550_12424
N02106550_12424

N02106550_895
N02106550_895

N02106550_5133
N02106550_5133

Salute e malattie

Salute e malattie di questa razza canina

I Rottweiler sono generalmente dei cani sani, ma come quelli di tutte le razze canine possono essere soggetti a determinate condizioni di salute.

Ovviamente non tutti i Rottweiler ne saranno interessati, ma quando si ha in mente di procurarsene uno, è importante essere consapevoli che potrebbe essere soggetto alle seguenti patologie.

  • osteocondrite dissecante (malattia della cartilagine che può colpire diverse articolazioni),
  • osteocondrosi o osteocondrite (gruppo di patologie degenerative che può colpire l’osso e la cartilagine),
  • cataratta,
  • abiotrofia corticale cerebellare (patologia neurodegenerativa),
  • malformazione o instabilità vertebrale cervicale,
  • distrofia corneale (gruppo di malattie della cornea),
  • sordità,
  • demodicosi (patologia parassitaria del cane, nota come rogna rossa),
  • seno dermoide (malformazione congenita che interessa l’epidermide),
  • displasia del gomito e displasia dell’anca (le articolazioni del gomito e dell’anca che non si sviluppano correttamente),
  • entropion (malattia oculistica in cui il ruota il margine della palpebra),
  • malattia renale familiare,
  • dilatazione gastrica-volvolo, una condizione medica che colpisce i cani,
  • emivertebra (incompleto sviluppo del corpo e dell’arco vertebrale),
  • istiocitosi (malattia rara: eccessivo numero di istiociti nel sangue e nei tessuti),
  • iperadrenocorticismo o morbo di Cushing (malattia causata da un’eccessiva presenza di cortisone nell’organismo),
  • ipotiroidismo (azione insufficiente degli ormoni tiroidei),
  • leucodistrofie (malattie ereditarie che colpiscono il sistema nervoso),
  • microftalmia (malformazione congenita dell’occhio),
  • distrofia neuroassonale (malattia neurodegenerativa caratterizzata da una regressione psicomotoria),
  • pancreatite (infiammazione del pancreas),
  • membrana pupillare persistente (alterazione della forma della pupilla),
  • atrofia progressiva della retina (displasia Rod-cono),
  • displasia retinica (condizione dell’occhio che provoca macchie rotonde),
  • stenosi subaortica (un “ostacolo” al normale passaggio di sangue ossigenato),
  • vitiligine (una condizione cronica della pelle),
  • distrofia muscolare legata all’X (mutazione genetica cromosoma sessuale X).
Alimentazione

L’alimentazione del Rottweiler

I Rottweiler hanno un notevole appetito. Per stare in perfetta forma hanno bisogno di una dieta equilibrata, con alimenti di qualità appropriati alla loro età (cucciolo, adulto o anziano).

La quantità di cibo di cui necessitano giornalmente varia dalle 4 alle 10 tazze di cibo secco di alta qualità, suddivise in due pasti.

Quanto poi mangi effettivamente il tuo cane, dipende principalmente dalla sua età, dalla sua corporatura, dal suo metabolismo e dal suo livello d’attività.

Non tutti i cani hanno bisogno della stessa quantità di cibo. Un cane molto attivo ne avrà bisogno di più di un cane tenuto in appartamento. Anche la qualità del cibo può fare la differenza.

Prezzi

Prezzi di un cucciolo di cane Rottweiler

Il prezzo di un cucciolo di Rottweiler (con pedigree) acquistato da allevatori affidabili si attesta in una fascia medio/alta: tra le 600 e le 900 euro.

Cura del cane

La cura del cane: toelettatura e igiene

mantello

Il manto del Rottweiler è costituito da dei peli di copertura di media lunghezza dritti e ruvidi, ben aderenti al corpo, più corti sulla testa, sulle orecchie e sulle gambe.

Il suo sotto-pelo non supera il pelo di copertura: sugli arti posteriori i peli sono un po’ più lunghi. La quantità di sotto-pelo dipende dal clima in cui vive abitualmente.

toelettatura

Pulisci il Rottweiler settimanalmente con una spazzola a setole dure in modo da rimuovere i peli morti ed in modo da distribuire il sebo della sua pelle.

Questa razza di cani perde peli due volte l’anno, e in quei periodi dovrai spazzolarlo più spesso.

Abitualo fin da cucciolo ad essere spazzolato, curato ed esaminato. Ciò ti renderà la vita più semplice in tutti gli anni a venire.

Gli si dovrebbe fare un bagno all’aperto solo quando è abbastanza caldo, il che vuol dire quando ti senti a tuo agio con le maniche corte, altrimenti vuol dire che fa troppo freddo anche per il cane.

denti

Spazzola almeno due o tre volte alla settimana i denti del Rottweiler in modo da rimuovere l’accumulo di tartaro e i batteri che si annidano al suo interno. Ancor meglio ogni giorno se vuoi prevenire l’insorgere di malattie gengivali e l’alitosi.

Attività fisica

L’attività fisica

Per un Rottweiler è importante vivere in casa assieme ai suoi padroni. Se viene lasciato solo in cortile per molto tempo, si annoia e può diventare anche aggressivo e distruttivo.

I Rottweiler sono moderatamente attivi: bisognerebbe portarli a fare (almeno) un paio di passeggiate di 10 / 20 minuti al giorno. A loro piace anche giocare con la palla e fare delle escursioni.

I cani più energici di questa razza possono aver bisogno fare delle attività fisiche più strutturate e per periodi di tempo più lunghi. Il loro atletismo, la loro intelligenza, la loro capacità di allenarsi, ne fanno degli animali adatti,

  • a misurarsi nelle competizioni di agilità ed in quelle di obbedienza,
  • a tenere controllate le nostre case,
  • alla cd pet therapy, una terapia volta al recupero ed al mantenimento della salute delle persone, 
  • a svolgere il loro “lavoro originario” di trainare carri: nelle le sfilate, per esempio!

A parte ciò, un Rottweiler ha bisogno di avere a sua disposizione un cortile recintato entro cui poter correre e giocare.

Il recinto non serve solo per proteggerlo dal traffico, ma anche perché potrebbe mostrarsi aggressivo nei confronti di altri cani e di estranei che si avvicinino alla “sua” proprietà: appendi un cartello per avvisare gli estranei di fare attenzione a non entrare nella tua proprietà.

La razza in sintesi

  • Origine: Germania
  • Temperamento: affettuoso, leale, sicuro di se,
  • Caratteristiche: Il Rottweiler ha bisogno di almeno due intensi momenti di attività fisica al giorno;
  • Rapporto con i bambini: meglio con un supervisore
  • Rapporto con altri cani: meglio con un supervisore
  • Muta: stagionale
  • Toelettatura: occasionale
  • Altezza minima: 56 - 69 cm
  • Taglia: media
  • Peso: 34.9 - 59 Kg
  • Aspettativa di vita: 8 - 10 anni
  • Tendenza ad abbaiare: abbaia quando necessario
  • Addestrabilità: risponde bene
  • Altri nomi con cui è conosciuto: Rott, Rottie
  • Codice FCI: 147
  • Gruppo FCI: GRUPPO 2 - cani di tipo pinscher e schnauzer- molossoidi e cani bovari svizzeri